Con i «tg» regionali le notizie del giorno si servono in tavola

A pranzo e a cena Raitre e le emittenti locali ci aggiornano su quanto accade in Liguria. Ore di trasmissione tra avvenimenti,sport e meteo

Erika Falone

Ora di cena. Dalle tv che si affacciano sulle tavole apparecchiate, il telegiornale serve le notizie del giorno.
In molte delle nostre case, quel Tg è un Tg regionale. Per intenderci, è uno di quelli che le ventuno emittenti locali della Liguria propongono.
Vuoi il maggior interesse per il proprio «orto», vuoi quella sorta di rapporto in qualche modo più familiare che si viene a creare con il giornalista che «lo incontro tutte le mattine sull'autobus». Fatto sta che i telegiornali di casa nostra sono sempre più seguiti.
Le ventuno realtà televisive pubbliche e private sono dislocate su tutto il territorio. Non tutte sono visibili ai quattro angoli della Liguria. Anzi, alcune coprono solo alcuni comuni. Ma hanno il vantaggio di essere fortemente radicate sul territorio di loro competenza.
Dalla Riviera dei fiori a quella di Levante, passando dal Tigullio, notiziari coloriti e colorati riempiono i palinsesti delle emittenti private.
Ma quanto vale effettivamente l'informazione piccola, privata, in alcuni casi quasi di paese, delle ventuno emittenti che trasmettono in Liguria? Quanto pesa questo servizio rispetto a quello offerto dal canale statale?
Partiamo dai tempi.
Il telegiornale regionale della terza rete della Rai va in onda dalla sede di Corso Europa tre volte il giorno. Alle 14 (15 minuti), alle 19.30 (30 minuti, inclusa l'edizione del Tg sport) e alle 23.15 (10 minuti). Per un totale di circa 55 minuti giornalieri dedicati all'informazione regionale. Che comprendono tutto. Avvenimenti, sport, meteo. Minuto più, minuto meno.
Le altre emittenti dedicano alle notizie della Liguria in media circa un'ora e mezza, calcolata su tutto il palinsesto giornaliero. A questi 90 minuti, vanno poi aggiunti i notiziari sportivi - in pratica diffusi a macchia d'olio in tutte le reti - e i notiziari nazionali.
Nelle piccole reti che si appoggiano a un network nazionale non è una cosa rara. È il caso di Tele Liguria sud, il cui segnale è ricevuto in tutta la provincia di Spezia fino a Massa: dal lunedì al sabato in due edizioni (una alle 20.10 e l'altra alle 22.10) Tg 2000 fa luce sulle principali notizie di tutta Italia.
Ognuno si muove secondo le sue possibilità e il proprio bacino di utenza. Tele Masone, il cui editore è la Pro loco del paese stesso, propone il suo notiziario il venerdì alle 20.30 e in replica il sabato.
Mentre realtà più grandi, anche in senso strettamente fisico, hanno modo di dedicare maggior spazio nel palinsesto (leggi anche: maggiori risorse) all'informazione locale.
Si passa quindi alle quattro edizioni giornaliere (più le repliche) di Primogiornale (il tg di Primocanale), Tg News (il notiziario di Telegenova), Tc News (Telecittà) e del Tg 7 di Telecity, per citarne alcuni fra i maggiori.
Per quanto riguarda alla durata delle singole edizioni dei vari giornali regionali e cittadini, questa si aggira intorno ai venti minuti in media per il notiziario dell'ora di pranzo che viene trasmesso tra le 12.30 e le 14.
L'appuntamento con «quello della cena», generalmente il più seguito, è tra le 19 e le 20.30 e per questo si registra una durata media di trenta minuti.
In molti casi però l'informazione termina soltanto in seconda serata, con l'ultima edizione del giorno, con le ultimissime e un ripasso delle notizie più interessanti delle trascorse ventiquattro ore.
Lo sport - e stiamo parlando principalmente di calcio, a tutti i livelli e in tutte le sue forme - è seguito a parte. Alle news sull'argomento sono riservati spazi specifici di una ventina di minuti che seguono nella maggior parte dei casi il tiggì della sera.