I tifosi scelgono la Samp ideale

Federico Casabella

Il fascino ed il brivido di sentirsi nello stesso tempo allenatore e presidente della Sampdoria, almeno per qualche minuto. Non di un Samp qualsiasi, che deve fare i conti con le esigenze del mercato, ma di una squadra ideale che raggruppa tutti i giocatori della storia blucerchiata dal 1946 ad oggi. È una delle iniziative che la società di Corte Lambruschini lancia in vista del 60esimo anniversario della società blucerchiata. Una storia fatta di emozioni, di sali e scendi, di periodi di purgatorio e anonomiato in serie B a cui fanno da contraltare stagioni da protagonista del calcio italiano ed europeo. Tutto concentrato in un'unica squadra che saranno i tifosi a stabilire. Come? Basta saper utilizzare internet, collegarsi al link http://spazio.sampdoria.it/sondaggio/ e scegliere, tra i tanti nomi a disposizione, quelli che, ruolo per ruolo, sono rimasti nel cuore del pubblico.
Da Rosin ad Antonioli, passando per Battara e Garella si può stabilire chi sia il portiere della storia sampdoriana. In difesa lotta dura tra i vari Arnuzzo, Bernasconi, Ferroni, Pellegrini senza dimenticare gente come Briegel, Vierchovod e Mannini. A centrocampo la rosa è ancora più ampia e, nel 4-4-2 in stile novelliniano, la scelta è veramente dura tra i vari Cerezo, Souness o Jugovic, senza dimenticare il grande Ockwirck o l'inglese David Platt, insostituibile punto di riferimento della Samp di Eriksson, o il capitano dei nostri giorni quel Sergio Volpi tutto grinta e raffinatezza tecnica, sul quale sembra abbia messo gli occhi il Napoli. In attacco, poi, i due posti sembrano dover essere assegnati alla coppia per antonomasia: i gemelli del gol Vialli e Mancini fantasia blucerchiata e azzurra a cavallo tra gli anni '80 e '90. Ma come non avere un minimo dubbio avendo a disposizione in questa rosa personaggi del calibro di Brighenti, Cucchiaroni, Bassetto e Montella? E l'idolo del presente Francesco Flachi?
Isomma, per i tifosi non si tratterà di scelte facili, anzi di scelte scomode proprio come tocca agli allenatori veri. E c'è da scommetere sul fatto che i più anziani non faranno mancare in squadra Bassetto e Skoglund mentre i più giovani non dimenticheranno certo Gullit e Bazzani. La corsa alla squadra dei 60 anni, si chiuderà il prossimo 10 maggio ed i risultati verranno resi noti alla fine del mese.
La Sampdoria di oggi, invece, prosegue la preparazione anti- Roma. Questa mattina rifinitura sul campo di Bogliasco, quindi partenza per la capitale dove, domani alle 15, i blucerchiati sono attesi dai giallorossi di Spalletti assetati di punti per la Champions League. Una gara che Novellino dovrà affrontare ancora in emergenza: solo due gli attaccanti convocati, Flachi e Kutuzov, con Foti fermo a causa di un fastidio al gluteo. Anche Diana è in forte dubbio: ieri non si è allenato, perchè dolorante ad un polpaccio. La sfida di Roma sarà diretta da Morganti di Ascoli Piceno.
Intanto, ieri mattina, Angelo Palombo è stato il testimonial per l'Associazione italiana calciatori del progetto per disabili "Spirito di Stella", un'iniziativa organizzata da Andrea Stella, giovane portatore di handicap costretto alla sedia a rotelle in conseguenza di un'aggressione da parte di malviventi. Si tratta di un catamarano a misura di disabile che vuole sensibilizzare architetti, progettisti e designer a studiare le nostre città abbattendo le barriere architettoniche.