I titoli bancari trascinano le Borse

Seat in rialzo dai minimi di venerdì

Chiusura in rialzo per Piazza Affari e per le Borse europee, ma al di sotto dei massimi segnati durante la seduta. Il Mibtel ha terminato in progresso dello 0,59% e l’S&P/Mib dello 0,5%. Milano ha risentito di problemi tecnici che per circa un’ora hanno bloccato le contrattazioni sull’Mta, oltre che sul Sedex e sul Mot. Ha spiccato il volo Mediolanum (+3,5%) come pure Seat (+2,8%), dopo i minimi storici raggiunti lo scorso venerdì. Il mercato ha scommesso anche sui titoli ciclici, come Prysmian (+1,9%) e Pirelli (+2,2%), ma anche sul lusso con Bulgari (+3,3%) e Luxottica (+2,18%). Bene anche Stm (+2,1%) mentre resta al palo Finmeccanica (-0,51%). Maglia nera del paniere guida Generali (-2,06%) depressa dall’avvio della copertura con underweight deciso da Morgan Stanley.
In progresso le Borse europee, che hanno tuttavia dimezzato i rialzi in seguito al calo di Wall Street, provocato da un report sul sistema bancario Usa: Londra +1,16%, Parigi +0,61% , Francoforte +0,98%, Madrid +0,46%, Amsterdam +0,25%, Stoccolma +0,99%, Zurigo +0,18%. Sui mercati del Vecchio Continente si sono messi in evidenza i titoli delle compagnie aeree come British Airways (+1,4%) e Ryanair (+3,6%). Bene anche il comparto bancario (+0,93% l’indice Stoxx di settore) dopo i dati diffusi da Goldman Sachs. Gli acquisti hanno interessato così Ubs (+2,7%) e Société Générale (+4,3%), gravemente colpite dalla crisi, oltre che Royal Bank of Scotland (+3,8%), la quale ha beneficiato anche del rialzo del giudizio da parte di Dresdner.