I titoli del giorno: sprint di Tenaris, Bpm in controtendenza

A Piazza Affari oggi giornata da incorniciare per Tenaris, che balza del 14,63% a 12,85 euro, dopo la presentazione dei conti del terzo trimestre del 2011. Il titolo, il migliore sull'intero listino di Borsa, è sostenuto dai numeri positivi presentati e dall'annuncio della distribuzione di un acconto sul dividendo di 0,13 dollari per azione. Il gruppo - che produce tubi per l'industria energetica, automobilistica e meccanica - ha infatti registrato nel terzo trimestre dell'anno una crescita del risultato netto del 21% su base annua, a quota 365,5 milioni di dollari. I ricavi netti consolidati delle attività sono cresciuti del 23% a 2,5 miliardi di dollari e l'ebitda è salito a 620,3 milioni di dollari. La società ha anche confermato di attendersi una crescita dei ricavi nei prossimi trimestre, a meno di un forte peggioramento della congiuntura internazionale.
Banche in grande spolvero: il mercato festeggia da un lato il taglio a sorpresa dei tassi all'esordio di Mario Draghi alla Bce e dall'altro il cauto ottimismo sulla Grecia dopo la cancellazione del referendum. Ma è di nuovo in controtendenza Bpm (-2,45% a 0,39 euro) maglia nera del paniere principale della Borsa italiana e unico segno negativo nel comparto bancario; i diritti sull'aumento di capitale da 800 milioni in corso hanno infatti perso il 36,56% a 0,2421 euro, allargando lo sconto rispetto al prezzo dell'azione, ora pari a quasi il 12%.