I tormenti di Scamarcio La Fanning per bambini

Con Ho voglia di te ritroviamo molti dei personaggi che hanno caratterizzato Tre metri sopra il cielo, il bestseller di Federico Moccia; a partire da quello Stefano Mancini, o più semplicemente Step, cui presta nuovamente il volto Riccardo Scamarcio. Step, dopo due anni negli Usa, ritorna a Roma per superare il dolore per la perdita del suo migliore amico. Oltretutto, i rapporti con la madre sono sempre pessimi. C'è anche Babi, il primo grande amore, a tormentargli il cuore anche se l'incontro con Gin (Laura Chiatti) potrebbe rappresentare una svolta nella sua vita.
Saw III segna il ritorno di uno degli psicopatici più riusciti del grande schermo. Una sera, la dottoressa Denlon viene rapita e portata dal mitico Jigsaw; il quale è costretto, dal cancro, a stare stremato su un letto. Per restare in vita, la donna ed un'altra vittima, dovranno portare a termine il "giocoso enigma di morte" prima che l'Enigmista muoia.
Molto particolare è Morte di un Presidente, film fantapolitico che immagina l'assassinio del Presidente Bush. Dopo varie indagini, la colpa viene riversata su un siriano. Mossa politica per far cadere la colpa sul terrorismo? Il successore Cheney stabilità, per questo una serie di misure che limiteranno la libertà dei cittadini.
In memoria di me, di Saverio Costanzo, ha come protagonista Andrea che decide di intraprendere il noviziato nella Compagnia di Gesù. La difficoltà è adattarsi alle regole rigide della vita claustrale.
Per bambini è La tela di Carlotta, con protagonista Dakota Fanning. Il film è una sorta di Babe, maialino coraggioso visto che la protagonista "parla" con gli animali della fattoria nella quale vive. Un giorno, la scrofa partorisce undici maialini, l'ultimo dei quali si salva proprio grazie alla bimba; diventeranno inseparabili.
In Guida per riconoscere i tuoi santi, con Robert Downey Jr, Rosario Dawson e Chazz Palminteri, un giovane scrittore ritorna nella casa natìa, costretto così a fare i conti con il suo passato, in particolare con ciò che lasciò in sospeso durante l'estate dell'86.
Ispirato alla storia vera del non vedente Mirco Mencacci, diventato uno dei più apprezzati montatori del suono, è Rosso come il cielo.