Dopo i «trailer» ecco la stagione

Claudio Fontanini

Unico a presentare la nuova stagione in modo originale e sintetico attraverso gli «assaggi di stagione» (veri e propri trailers teatrali dal vivo recitati dalle diverse compagnie di fronte ai potenziali nuovi spettatori), il Teatro de’ Servi offre al pubblico romano per il 2005-2006 un cartellone variegato dove sorriso e buonumore fanno rima con riflessione e intelligenza. Otto performance, tra commedie e one-man show, che spaziano dalla comicità italiana a quella francese con una luminosa finestra sulla nuova drammaturgia contemporanea d’oltralpe.
Ad aprire il nuovo cartellone dell’accogliente teatro di via del Mortaro sarà così il 4 ottobre «La festa è di là», l’irresistibile vaudeville pieno di tensioni, incomprensioni e conflitti, ambientato in una cucina e scritto da Agnès Jaoui e Jean Pierre Bacri (i raffinati autori della commedia «Il gusto degli altri»). A seguire si esibiranno gli attori di «Addio mondo crudele» di Tobia Rossi (in programma dall’1 al 27 novembre), tragicommedia ambientata sul cornicione di un palazzo che diventa microcosmo di ordinaria follia; Riccardo Rossi col suo «Per fortuna che c’è Riccardo» (29 novembre-11 dicembre) divertente riscrittura della storia moderna attraverso le date che ci hanno cambiato la vita (l’invenzione del transistor e dei computer Apple, l’uccisione di John Lennon, le vite di Armani e Walt Disney) e Antonello Costa («Tutto Costa sempre di più» dal 13 dicembre all’1 gennaio 2006) che torna in palcoscenico dopo i successi di critica e pubblico della scorsa stagione con «A me gn’occhi, please». Si proseguirà poi con «Gino non si tocca più» (3-29 gennaio), imprevedibile commedia di e con Giampaolo Morelli e Gianluca Ansanelli sull’amore eterno e sulla doppia personalità femminile; «Singles», l’esilarante commedia sui cuori solitari di Rodolphe Sand e David Talbot, al terzo anno di repliche (in scena dal 31 gennaio al 5 marzo) e le «prime» italiane di «Va tutto storto» (7 marzo-9 aprile), storia di un uomo spinto al divorzio a sole due ore dal matrimonio con Gianluca Ramazzotti, Fabio Ferrari e Cinzia Mascoli e di «Adoro quello che fate» (11 aprile-21 maggio) di Carole Greep.
Nota di merito visti i tempi: è possibile abbonarsi agli otto spettacoli al prezzo contenuto di 50 euro. Per informazioni telefonare allo 06-6795130.