I tre candidati baby: sognano la fascia a diciannove anni

E poi dicono che in politica non c’è ricambio generazionale. Almeno nei piccoli centri, tira aria fresca. Sono tre i candidati sindaci più giovani d’Italia che si sfideranno alle amministrative di domenica e lunedì. I baby aspiranti primi cittadini, tutti classe 1992 quindi appena diciannovenni, correranno a Bonea (Benevento), Merana (Alessandria) e Cuceglio (Torino). Ecco i loro nomi: rispettivamente Salvatore Paradiso, Giacomo Perocchio e Fabio Bellini. Ma a sentire l’Anci sono 434 i Comuni italiani con candidati alla poltrona di sindaco under 35, con altri cinque candidati nati nel 1990 e altrettanti del ’91. Giovani sì, ma quanto a quote rosa c’è ancora da lavorare. Anche tra gli under 35 infatti la presenza femminile a capo delle liste conta soltanto 75 rappresentanti. Il gentil sesso resta ancora troppo fuori dalla mischia elettorale.