I tributaristi: «Rivogliamo i soldi spesi per trattare i dati di tutti i contribuenti»

I tributaristi della Lapet sono pronti a chiedere il risarcimento danni all’amministrazione fiscale per la pubblicazione on line di tutte le dichiarazioni dei redditi. Ma l’azione legale non sarà incentrata sulla violazione della privacy. «Chiederemo il risarcimento dei danni - annuncia in una nota il presidente della Lapet Roberto Falcone - per le somme pagate fino a oggi. I nostri studi - sottolinea - hanno infatti sostenuto costi non indifferenti per il trattamento dei dati dei contribuenti». «L’Agenzia delle Entrate - ribadisce Falcone - dimentica che come intermediari fiscali siamo obbligati a trattare i dati con assoluta riservatezza». I tributaristi della Lapet hanno perciò dato immediato incarico agli uffici legali dell’associazione di valutare la possibilità di procedere alla richiesta di risarcimento danni alla luce della normativa sulla Privacy e delle istruzioni in materia fornite proprio dalla stessa Agenzia delle Entrate.