I tributi? Ora si pagano «on line»

Tributi e tariffe comunali si possono pagare anche on line. Lo ha reso noto l’assessore comunale alle Politiche Bilancio Marco Causi, sottolineando, in un comunicato, che è operativo il servizio gratuito che consente di saldare da casa tributi e tariffe comunali, con l’addebito diretto degli importi sul proprio conto bancario, senza aggiunta di commissioni. Per accedere al servizio, predisposto dal Dipartimento II del Comune di Roma, occorre collegarsi al sito www.comune.roma.it e identificarsi nell’area Servizi on line RomaPagamenti, seguendo le procedure indicate. Una volta completato il percorso di accreditamento, l’utente dovrà comunicare le proprie coordinate bancarie con un modello on line. Entro dodici giorni lavorativi il cittadino riceverà una e-mail che segnalerà l’attivazione del servizio. Da quel momento, il servizio «Rid on line» è attivo e il cittadino abilitato potrà collegarsi e pagare, autorizzando di volta in volta il prelievo diretto dal proprio conto. In tempo reale il sistema rilascia una ricevuta provvisoria, protocollata, che vale ai fini del rispetto dei termini di scadenza del pagamento; successivamente arriverà via e-mail la ricevuta definitiva. In ogni momento è possibile visualizzare tutti i pagamenti effettuati. Causi parla di «un’autostrada sicura e senza pedaggio per i cittadini che vogliano pagare tasse, tariffe e sanzioni comunali per via telematica e che pone Roma all’avanguardia per l’utilizzo delle nuove tecnologie nei rapporti tra amministrazione e cittadini».