I turisti «Paura? Solo un pochino»

«Paura? Solo un pochino, ma non ci siamo particolarmente preoccupati: arriviamo dalla zona dello Yucatan che, a quanto sappiamo, non è stata toccata dalla grave epidemia, non ha registrato casi, a differenza di Città del Messico». Lo ha detto uno dei turisti italiani, una quarantina, rientrati da Cancun, via Malpensa, nel pomeriggio all’aeroporto di Fiumicino con un volo charter.
Allo scalo tecnico a Malpensa è stato consegnato loro il volantino approntato dal ministero del Welfare con i consigli per i viaggiatori in partenza o in arrivo dalle zone colpite da influenza da suini.
«Forse c’è più allarmismo qui che lì - ha aggiunto un altro turista, Gianluigi, che fa parte di una comitiva di Foggia - alla partenza era tutto tranquillo ma non ci hanno dato alcun suggerimento sanitario. Arrivati a Milano ci hanno dato un opuscolo con le avvertenze da seguire in caso uno accusasse dei sintomi ed il numero telefonico a cui rivolgersi nei prossimi 10 giorni, segnalando la nostra permanenza in Messico».
«Un po’ preoccupati lo siamo stati, ma niente di allarmante. La situazione a Cancun è tranquilla, non abbiamo visto in giro mascherine - ha detto un turista di Frosinone - abbiamo appreso dell’epidemia dalla Cnn. Ci hanno dato l’opuscolo per la prevenzione sanitaria, le indicazioni sono chiare».