I Verdi: «Allarme amianto sui treni»

I consiglieri regionali dei Verdi Cristina Morelli e Carlo Vasconi denunciano di avere avuto conferma della «presenza di amianto su alcuni convogli del trasporto regionale ligure».
«Non bastavano i numerosi problemi che quotidianamente assillano i pendolari nel trasporto ferroviario - precisano Morelli e Vasconi - a seguito di una verifica richiesta dai Verdi la Regione ha “scoperto” la presenza di amianto su convogli del trasporto regionale e precisamente su: automotrici elettriche modello Ale 801/940, rimorchi Le 108, locomotive elettriche E 646 e E 656, locomotive diesel, carrozze, bagagliai, postali». L' amianto diventa pericoloso per la salute quando le fibre di cui è composto vengono sprigionate nell' aria, ricordano i consiglieri dei Verdi, per effetto di qualsiasi tipo di sollecitazione, dalla semplice manipolazione alla loro usura a causa di vibrazioni, correnti d' aria o infiltrazioni di umidità: «L' asbesto è infatti costituito da piccolissime particelle (dell' ordine di millesimi di millimetro) che, una volta inalate, vanno a concentrarsi nei bronchi, negli alveoli polmonari e nella pleura - aggiungono Morelli e Vasconi - provocando danni irreversibili ai tessuti del nostro corpo». Secondo i due Verdi «si paventa un grave rischio per la salute dei pendolari e dei lavoratori delle ferrovie».