«I vertici dell’Enea vengano azzerati»

Milano. «Il paralizzante conflitto ai vertici dell’Enea (l’Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente) anziché risolversi tende a cronicizzarsi in una querelle tra le parti di durata indefinita, con conseguenze drammatiche per la sopravvivenza stessa dell’Ente. Le responsabilità ricadono sul cda a cui chiediamo che responsabilmente abbandoni il campo». L’appello è della Federmanager secondo cui «troppo a lungo i problemi reali sono stati lasciati senza soluzione, sul piano programmatico, su quello delle risorse finanziarie, sulla gestione del personale». Grave è a questo proposito, si sottolinea in una nota, la «perdita progressiva e senza contropartite di importanti parti programmatiche (rifiuti nucleari, Antartide) e altrettanto grave, se non di più, il deterioramento dei rapporti personali tra dipendenti che instaura un clima di tensione insostenibile».