I vescovi «scomunicano» «papa» Maurizio Crozza

Ora Maurizio Crozza e i suoi autori genovesi stanno esagerando. Il richiamo arriva da «L'Avvenire», il quotidiano dei vescovi, che mette nel mirino il «fondamentalismo satirico» del comico genovese, ormai regolarmente oltre i limiti nella sua parodia del Papa. Motivo: «svillaneggia» Ratzinger imitando il pontefice e facendone una caricatura «isterica» spalleggiata da due «cardinali chierichetti, preoccupato di avere buone battute da recitare, fuori di giri, le dita gonfie di anelloni, dalle movenze di burattino». Con ben due editoriali dedicati a quella che viene definita «una satira fallimentare non priva di vigliaccheria» in onda sul La 7, il quotidiano dei vescovi interviene per difendere la figura del Papa bersagliata da una caricatura mordace. «Sul presidente della Repubblica - si legge sul giornale della Cei - nessuno si permette qualcosa di simile». Figurarsi su Maometto e sull’islam.