I veti del centrosinistra in nome dell’immobilismo

In materia di piani urbanistici e dell’edilizia, le Regioni hanno da sempre competenza, tanto da creare talvolta incomprensioni e ricorsi con lo Stato che tenta di legiferare in merito. All’anticipazione governativa di un Piano casa nazionale, hanno risposto picche alcune Regioni guidate da giunte di centrosinistra come Emilia Romagna, Toscana, Calabria e Marche. Motivazioni «ambientalistiche» o difesa delle proprie precedenti - e in certi casi ancor più permissive - legislazioni? Già, perché per esempio per quanto riguarda i «premi volumetrici», a livello nazionale si stabilisce che nel calcolo della volumetria non sono conteggiate murature esterne e muri oltre i 30 cm al fine di aumentare l’efficienza energetica delle costruzioni. Emilia Romagna e Toscana, invece, permettono incrementi totali della cubatura del 10%, mentre l’Umbria non pone addirittura limiti agli spessori extra. Toscana e Marche, poi, forniscono contributi diretti per incentivare questo tipo di pratiche.