I viaggi di Nan con i colleghi smemorati

Nan, mi scusi, ma lei quando si vede allo specchio, si riconosce? Domanda inevitabile da rivolgere subito al coordinatore regionale di Forza Italia che domenica scorsa, in diretta su Raidue, durante la puntata di «Quelli che il calcio» è stato al centro di un miniquiz parlamentare. Il ministro Alfonso Pecoraro Scanio (dei Verdi) e l’alleato ex ministro Gianni Alemanno (di An) hanno fissato a lungo la foto dell’azzurro Enrico Nan, poi si sono arresi a Gene Gnocchi: no, lo conoscevano di vista, ma sbilanciarsi su nome e cognome, questo proprio no.
Nan sta al gioco. Ci ride su. Anche perché lui, da questa storia, in fondo ne esce bene. La figuraccia, ne è convinto, semmai l’hanno fatta quelli che non l’hanno riconosciuto. «Guardi che su questa cosa mi piace scherzare - premette subito il deputato azzurro -. Allora, battuta per battuta, mi viene da dire che i miei colleghi ministri ed ex ministri vivono la politica un po’ fuori dal Parlamento». Inappuntabile. Alla sua quarta legislatura, con tutti gli incarichi di prestigio che ha già ricoperto, l’azzurro è anche tra i deputati più presenti in aula, statistiche alla mano. Se non sanno chi è Nan, forse è perché proprio loro, in aula, non ci sono mai, o quasi. «In effetti i ministri non vivono molto all’interno dell’aula di appartenenza», osserva l’onorevole ligure.
Ma possibile che in tante legislature che lei ha già fatto, questi due importanti esponenti di maggioranza e opposizione non abbiano mai avuto modo di conoscerla? «E qui non saprei che dire - allarga le braccia Nan, che rivela due curiosi particolari -. Alfonso Pecoraro Scanio è uno che è già stato eletto diverse volte come me. Ma soprattutto nella scorsa legislatura, era nella mia stessa commissione, quella per i rapporti di amicizia con la Spagna presieduta da Alfredo Biondi. Abbiamo fatto addirittura un viaggio a Madrid insieme, entrambi abbiamo tenuto un discorso al parlamento di Madrid».
E vabbé, si vede che doveva essere una cosa molto interessante. Almeno per lui che ha già rimosso tutto. «E Alemanno? Ci siamo incontrati tantissime volte - conclude Enrico Nan -. L’ho anche invitato ad Albenga, dove è intervenuto come ministro dell’agricoltura appena nominato». E se adesso tutti e due facesero una sorpresa? Ma sì che lo sanno chi è Enrico Nan, solo che la ragion della tv di stato domenica imponeva loro di reggere il gioco a Gene Gnocchi e a Simona Ventura.