Per i vicoli un Natale di «sinergie comuni»

Durerà fino al 24 dicembre nel centro storico di Valmontone, cittadina adagiata sul pendio di un colle tufaceo alla confluenza di due strette valli, la manifestazione «Natale in sinergie comuni»: storia, arte, artigianato e degustazione di prodotti tipici dei comuni delle province di Roma e Frosinone che si presenteranno all’appuntamento con i paesi gemellati, sia italiani sia stranieri. Il programma prevede tre diverse «sessioni» (dall’8 al 10 dicembre, già trascorse, domani e dopodomani e infine il 23 e 24 dicembre). Fitto il programma di iniziative che, da mattina a sera, animeranno i vicoli, le strade e le piazze della parte vecchia della città. Fra le iniziative previste, un concorso di arte estemporanea, la mostra mercato di arte contemporanea, il mercatino di Natale e gli stand di «Sinergie comuni» con esposizione e degustazione dei prodotti tipici dei paesi aderenti. A conclusione di ogni giornata, alle ore 19, in piazza Umberto Pilozzi, sarà offerto uno spuntino con gnocchi e caldarroste, paella e bruschetta fino al brindisi augurale del 24 dicembre con spumante e panettone. Assolutamente da non perdere una visita alle bellezze storiche del paese, come il convento Sant’Angelo, luogo sacro tra i più antichi di Valmontone, eretto dai Padri Benedettini nell’VIII secolo; la Collegiata di Santa Maria Maggiore, le Catacombe e la Basilica di Sant’Ilario, uno dei monumenti paleocristiani-altomedievali tra i più importanti e completi del Lazio, comprendente anche la Necropoli a cielo aperto, utilizzata nei secoli IV e VII; il Palazzo Doria Pamphili, uno dei più grandiosi e importanti monumenti del Seicento della provincia di Roma, con trenta metri di altezza, 60 di lunghezza, 365 stanze e infine la fontana del colle, di stile barocco, ideata dal principe Camillo Pamphili e realizzata dal figlio principe Giovanni Battista, nella seconda metà del XVIII secolo. Per informazioni www.comunevalmontone.it.