I videoclip di Mina e Ligabue alla festa dei corti d’animazione

Un robot bio-meccanico che, per sopravvivere, deve riempire il suo torace di acqua. Un piccione che parla solo bolognese. Charlot in cerca della fidanzata nei film di Spielberg. E ancora, una macchinetta da caffè che sfida un vulcano, due fogli di carta in lotta per il dominio della scrivania. Senza dimenticare tematiche forti come guerra, malnutrizione, povertà.
La varietà di temi, soggetti e tecniche è una delle caratteristiche principali di «Cortoons», festival internazionale di cortometraggi di animazione che, giunto alla quarta edizione, si terrà al Palladium da oggi a domenica.
«In concorso, centoventi corti animati di venticinque Paesi - dice Alessandro d’Urso, direttore artistico Cortoons - Spiccano, per quantità e qualità, le produzioni di Francia, Germania, Stati Uniti e, per la prima volta, Australia e Asia. Minore la presenza italiana per la mancanza di scuole che garantiscano la giusta formazione e promuovano la cultura dell'animazione».
Accanto al concorso, un ricco calendario di eventi. Filo conduttore la musica. «L’obiettivo è mostrare il mondo dei cartoon da prospettive diverse, approfondendo gli elementi che determinano la qualità di un corto - prosegue d’Urso - Ho scelto la musica per passione e per sdrammatizzare il concetto di sonorizzazione dei film, spostandolo da quello classico di pellicole alla Truffaut a prodotti che potrebbero sembrare, ma non sono, meno colti».
La sperimentazione video-musicale è affidata a Rita Marcotulli e Javier Girotto, in concerto stasera, MariaPia De Vito e Patrice Heral, domani, Enzo Pietropaoli, domenica. Sempre domenica, la proiezione di videoclip animati di Mina, Ligabue, Tiromancino e Subsonica. In cartellone, pure, l’anteprima nazionale in italiano del lungometraggio Ghost in the shell: L’attacco dei Cyborg di Mamoru Oshii, stasera.
Sabato tocca a Il pianeta selvaggio di René Laloux, premio speciale della Giuria al Festival di Cannes nel 1973, seguito dall’ironico doppiaggio live di Thunderbirds, serie inglese degli anni Sessanta, eseguito da Roberto Ciufoli e Tiziana Foschi.
Domenica, incontri con Fusako Yusaki, animatrice giapponese - autrice, tra gli altri, di spot per Carosello e della sigla tv de L’albero azzurro - e Anthony Lamolinara, premio Oscar nel 2005 per gli effetti speciali di Spider-Man 2.
L’ingresso al festival è gratuito.