«I vigili fanno il possibile, ma non sempre basta»

De Corato: «Controllano e multano i clienti delle prostitute, ma contro la droga hanno pochi strumenti»

«Nell’ambito delle proprie competenze la polizia locale non ha certamente dimenticato i quartieri Figino e Quinto Romano». Riccardo De Corato risponde così alla manifestazione dei residenti esasperati per le condizioni in cui sono costretti a vivere. «A partire dal 22 gennaio – spiega il vicesindaco e assessore alla Sicurezza – abbiamo potenziato il servizio di vigilanza e, per migliorare il presidio, operano insieme due agenti per turno dotati di autovettura». E ricorda l’operazione di dicembre in via San Romanello dove è stata scoperta un’attività clandestina dedita al traffico di motori e pezzi di ricambio di auto rubate.
Per quanto riguarda la prostituzione, De Corato ricorda come l’unico strumento a disposizione sia «un’ordinanza che prevede sanzioni severe e multe ai clienti, anche ricorrendo a contestazioni relative al Codice della Strada». Nell’ultimo anno nei quartieri Figino e Quinto Romano «sono state contestate 204 violazioni all’ordinanza», ben il 10 per cento di tutta la città.
«Ancor più complesso – ricorda il vicesindaco - il problema dello spaccio di stupefacenti, particolarmente sentito dai residenti. La polizia municipale non può risolvere un fenomeno i cui risvolti sono ampi e necessitano di una precisa attività investigativa. E sarebbe ingiusto scaricare responsabilità sul loro operato».