I vigili salvano il micio abbandonato

Il gattino era stato lasciato senza acqua e al sole sul balcone

Paola Fucilieri

Venerdì era toccata al suo fratellino. E gli era andata bene: un gatto abbandonato dai padroni andati in vacanza, che non beve da 4 giorni (quindi allo stremo delle forze) e vola giù dal balcone seppure «solo» dal primo piano, è un micio miracolato se riesce a cavarsela tanto da riuscire a gironzolare sulle sue zampe. Nel cortile di via Valle Anzasca 16, infatti, gli inquilini dello stabile l’hanno ribattezzato immediatamente Fortunato. «E lui, quello che invece era rimasto rimasto sul balcone e che sembrava non muoversi più per la calura, fino a poco fa lo chiamavamo Sfortunato - ci spiega un residente - E adesso... Adesso continuiamo ad apostrofarlo così. Anche se i vigili del fuoco e la polizia municipale, andando a verificarne personalmente le condizioni con il veterinario del canile, ormai lo hanno portato giù da quell’inferno, salvandogli la vita».
È una storia a lieto fine quella conclusasi ieri a Baggio. Dove, alle 17, i ghisa e i pompieri, muniti di scala, sono andati a recuperare Sfortunato. «Il gattino, disteso sotto il sole, sembrava dar segni di vita solo dietro sollecitazione - ci spiegano alla centrale di piazzale Beccaria -. Quando i vigili del fuoco sono arrivati su, però, hanno notato che quel bellimbusto di un gatto era meno deperito del previsto. L’intervento del veterinario del canile municipale, poi, è stato decisivo per appurare che il micio, era sì provato dal clima torrido e dalla mancanza d’acqua, ma che al sole ci stava spaparanzato». Insomma: Sfortunato era meno sfortunato del previsto. E, una volta raggiunto il fratellino, non solo ha bevuto e mangiato a volontà ma è stato adottato ufficialmente dai residenti. Che si occuperanno a turno di lui e Fortunato. Ricordandoci che è vero che non tutto il male vien per nuocere.