I vip a caccia di giovani talenti

Le prime lezioni dell’associazione «Arte nel cuore» si terranno al Bioparco

Alle selezioni, appena concluse, si sono iscritti circa 250 ragazzi: cento per il corso di danza e 150 per quello di doppiaggio. Altrettanti, se non di più, sono attesi per le lezioni di recitazione e trucco artistico. Grande successo per l’Accademia «Arte nel Cuore», che apre proprio questo mesi i battenti al Bioparco: una scuola speciale, unica in Europa, con corsi di canto, musica, doppiaggio, recitazione e danza, aperti a normo-dotati e diversamente abili. A renderla ancora più particolare, il corpo docente. Nel progetto, volto a favorire l’integrazione attraverso la condivisione di spazi e aspirazioni ma anche a garantire una preparazione professionale a giovani talentuosi, Daniela Alleruzzo, presidente dell’Associazione, ha, infatti, coinvolto, Heather Parisi, che insegnerà danza moderna e jazz, Claudio Baglioni, docente di musica e canto, Renato e Giuppy Izzo per il doppiaggio. Docenza di gruppo per la recitazione, con Leo Gullotta, Pamela Prati, Simona Izzo, Angelo Libri e Luca Negroni. Nel comitato artistico, Pippo Baudo. «Non avrei mai perso un’occasione simile - commenta Heather Parisi -. Il mondo dei diversamente abili è differente da quello cui siamo abituati noi normo-dotati ma vanta qualità che, spesso, facciamo fatica a trovare in noi stessi, come la sincerità, la spontaneità e l’entusiasmo per la vita». All’attività quadrimestrale delle prime quattro discipline - danza, doppiaggio, trucco e recitazione - definita, dagli organizzatori, «il preludio ai lavori», seguirà a settembre, l’inizio dell’attività accademica vera e propria con percorsi formativi triennali. Gli iscritti potranno prendere parte a più corsi contemporaneamente, al termine dei quali si terranno saggi-spettacolo. Inoltre, per tutti gli allievi, sono previsti periodici stage di perfezionamento alla fine del triennio, partecipando anche a esibizioni in Italia e all’estero. «La sensibilità verso iniziative di questo tipo - conclude la Parisi - da parte di chi ha avuto in dono qualche opportunità in più, non può che essere immediata, spontanea e incondizionata. Il talento spesso si nasconde dove meno ce lo aspettiamo. Compito di ciascuno di noi è cercarlo anche in chi apparentemente è diverso. Lo stesso entusiasmo che intendo trasmettere e spero di ricevere».
Tutte le informazioni riguardo alle iniziative dell’associazione si trovano sul sito www.artenelcuore.it.