Ibm assume in India

Ibm, il colosso informatico Usa che sta tagliando circa 13mila posti di lavoro, per la maggior parte in Europa, si preparerebbe ad assumere 14mila dipendenti in India entro la fine di quest’anno, in base alle rivelazioni contenute in un documento reso noto da un sindacato statunitense, sulle quali l’azienda ha evitato commenti. Il documento è stato diffuso dal sindacato che raggruppa i lavoratori del settore tecnologico (Alliance of Technology Workers, con sede a Washington) sul suo sito Web.