Ibm, Pirelli, Alice, Coca-cola, Touring, Unicredit, Stm, PowerSafer Tutti i partner della campagna sull’efficienza promossa dall’Eni

Iniziative per i dipendenti, offerte ai consumatori, promozioni e vetrine intelligenti per moltiplicare il valore della promozione

Ibm aderisce alla campagna di efficienza energetica Eni condividendo l’impegno della società per un uso corretto e razionale dell’energia. Eni a sua volta entra nel Wcg, un importante progetto umanitario che permette di fare studi e ricerche su larga scala.
I programmi di efficienza energetica, oltre a permettere un risparmio a livello familiare, hanno un grande effetto per l’intera nazione sia in termini di bolletta energetica del Paese sia in termini di abbattimento di anidride carbonica: una riduzione del 30% dei consumi delle famiglie consente, infatti, di evitare ogni anno l’emissione di oltre 50 milioni di tonnellate di anidride carbonica, più della metà del deficit dell’Italia rispetto al target fissato dagli obiettivi di Kyoto.
L’efficienza energetica consente pertanto di contenere i pericoli del cambiamento climatico e di allungare la vita residua delle riserve di idrocarburi dando tempo alla ricerca scientifica e tecnologica di sviluppare le soluzioni ottimali per fornire energia al pianeta senza comprometterne il futuro.
Ibm, aderendo alla campagna Eni «30PERCENTO», farà dei 24 consigli oggetto di sensibilizzazione nei confronti dei suoi 7mila dipendenti italiani, attraverso l’uso della Intranet aziendale e specifiche azioni di mass mailing. L’occasione dell’ingresso di Eni nel World Community Grid è offerta dall’avvio del progetto congiunto tra Ibm e Università di Cape Town - africaclimate@home - che ha l’obiettivo di migliorare i modelli di previsione meterologica del continente africano e la comprensione del loro impatto sulle attività umane. Nello specifico, il progetto africaclimate@home servirà a realizzare misure per contrastare proprio gli effetti negativi indotti dai cambiamenti climatici.
Tra i partner di Eni non c’è solo Ibm. Pirelli Tyre ha aderito alla campagna con l’iniziativa «Viaggia in sicurezza» che garantisce a tutti gli automobilisti il controllo gratuito della pressione delle gomme presso i 400 punti vendita della rete «driver» che aderiscono all'iniziativa. Il mantenimento della corretta pressione è il primo passo per ottenere risparmio energetico e contenimento di emissioni nocive, oltre che maggiore sicurezza nella guida, secondo lo spirito della campagna Eni.
Anche Telecom Italia, con il portale Alice, ha aderito alla campagna di efficienza energetica Eni promuovendo, con articoli e approfondimenti, i 24 consigli del «vademecum». È stato realizzato sul portale uno speciale «efficienza energetica» che ha riscosso un grandissimo interesse confermato dai numeri dei visitatori: da maggio a metà luglio 1.440.766 persone hanno cliccato i consigli della campagna di risparmio energetico. Coca-Cola ha aderito alla campagna Eni con un’ampia attività di comunicazione interna per la diffusione dei 24 consigli, mentre il Touring-Club aderisce alla campagna durante la «Giornata Touring-Club» del 21 ottobre. Unicredit, infine, ha sposato l’iniziativa diffondendo nella comunicazione interna i 24 consigli e ha firmato con Eni un accordo per lanciare un’offerta integrata legata all’energia solare. Enipower mette a disposizione della propria clientela la fornitura e l’installazione di impianti fotovoltaici; Unicredit Banca offre la possibilità di finanziare l’acquisto dell’impianto. Infine, hanno aderito alla campagna StMicroelecrtronics e PowerSafer.