Ibm, utili inaspettati Ne approfittano i titoli tecnologici

Tecnologici alla riscossa grazie ai buoni risultati del terzo trimestre comunicati dal colosso informatico Ibm. L’azienda ha reso noto che nel periodo compreso tra luglio e settembre i suoi utili netti sono cresciuti a 2,8 miliardi di dollari, in rialzo del 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’attivo per azione si è attestato a 2,05 dollari, superiore di quattro centesimi rispetto alle stime degli analisti. In crescita anche il fatturato, che è salito del 5% a 25,3 miliardi di dollari, sebbene lievemente al di sotto delle attese. Ibm ha comunque ribadito le stime sull’utile per azione del 2008 a 8,75 dollari, in aumento, dunque, del 22% rispetto al 2007. Il titolo alle 21 era in rialzo dell’1,21%. Bene anche Apple più 1%, Microsoft e Intel più 1,66%.