Ma Ibra e Mutu non giocavano per la Juventus?

Leggi e vedi: Mutu due gol, Ibrahimovic altri due. Guardi la Juve e dici: ma questi dove pensano di andare? Si aggrappano a un rigorino pescato da Del Piero. Se non spunta Trezeguet, sono dolori. Bene, Ibra e Mutu erano due giocatori della Juve. Pescati da Moggi, ma almeno questo non è un peccato. Li aveva la Juve e li ha mollati. Erano due giocatori sui quali costruire un futuro. Meglio tener loro e vendere Buffon. Oggi la Juve si affanna dietro alle lune di Trezeguet, non sa quanto dureranno Nedved e Del Piero, sfoglia la margherita: Tiago lo vendo o non lo vendo? Non ha personalità a centrocampo. Non ha un leader. Insomma non ha tutto quanto sta nel talento di quei due, che hanno pure il vizietto del gol. I soliti predatori delle frasi fatte diranno: come faceva a tenerli? Doveva metter a posto il bilancio? Doveva rifondarsi? Non poteva fidarsi... Già ma cosa mai abbiamo detto di quell’Inter che vendeva giocatori sui quali altri (leggi Milan) hanno costruito successi? Quante volte Moratti si sarà sentito dare dell’imbecille, pur con parole edulcorate? E tanto per dire: anche Borriello ieri ha segnato altre due reti. Vero Milan? Dunque, cara Juve, più che una Signora, sembri una pollastra. Per ora spennata.