Ibra: «Lo scudetto per la Champions» Toni: «Se la vinciamo corro nudo»

Ibrahimovic o Toni, Inter o Bayern Monaco, non fa differenza. Alla fine, quello che sognano tutti i calciatori è una cosa soltanto: vincere la Champions League. Il nerazzurro dovrà rimandare sogni di gloria alla prossima stagione, l’attaccante azzurro è invece ancora in piena corsa.
«Io voglio la Champions. Ogni anno devo posticipare l’appuntamento e la cosa non mi piace per niente. Io gioco per vincere. È la mia mentalità. Se potessi scambiare lo scudetto con la coppa, lo farei subito», racconta Ibrahimovic in un’intervista a GQ. «Ma noi siamo l’Inter e non parlatemi di sfortuna nel sorteggio - le parole dell’attaccante svedese -: io volevo lo United, perchè se vuoi vincere, prima o poi, devi batterlo. La sconfitta col Manchester mi ha reso molto nervoso. Stavolta ci credevo proprio, ho visto l’occasione e non mi è piaciuto perdere. Se vinco il quinto scudetto è un grande onore, ma se potessi scambiare lo scudetto con la coppa, lo farei subito. Mi manca troppo la Champions». E sulla stessa lunghezza d’onda viaggia anche Luca Toni: «Se vinciamo la Champions League, corro nudo per Monaco», la sua promessa, con tanto di appuntamento: imperdibile per tutte le sue fans, un po’ meno per la storica fidanzata Marta Cecchetto. «Se portiamo la Coppa a Monaco, corro nudo a Marienplatz. La finale di Roma è il mio obiettivo. Non ho mai vinto questo trofeo nella mia carriera: ogni giorno lavoro e mi alleno per vincerlo. Ma per riuscirci non bastano undici giocatori in campo. Servono undici leoni, e noi abbiamo il potenziale per arrivare al titolo. Nel torneo ci sono leoni più grandi di noi. Ma i più piccoli possono fargli male».