Ibra superstar Kovac attento

CHIMENTI 5,5. Un paio di uscite nel primo tempo, una risposta ad Adriano. Non impeccabile sul gol.
ZEBINA 6. Ha poco spazio per avanzare, ci prova lo stesso. Dal 6’ sts MUTU sv.
KOVAC 6,5. Attento ad anticipare Martins. Non si scompone nemmeno contro Adriano: non chiedetegli di impostare il gioco, ma il suo mestiere lo sa fare.
CANNAVARO 6,5. Preciso nelle chiusure.
ZAMBROTTA 6,5. Provvidenziale due volte su Martins, una per tempo. Salvataggi che valgono quasi come due gol.
CAMORANESI 5,5. Non è al meglio e si vede, ma ha un paio di lampi dei suoi che per poco non si tramutano in assist al bacio. Dal 25’ st DEL PIERO 5,5. Sbaglia il tocco vincente da distanza ravvicinata, gioca da ala destra.
EMERSON 6. Geometra del centrocampo, è ormai alla pari con i compagni. Ma cala alla distanza.
VIEIRA 7. Assaggia la rudezza di Materazzi, poi stende Martins e De Santis gli risparmia il giallo una prima volta, non la seconda. Se preso in velocità, fa fatica: ma ha piedi più che educati e l’intesa con Emerson cresce. Colpisce il palo di testa nella ripresa: regalerà alla Juve qualità e quantità.
NEDVED 5,5. Qualche sceneggiata di troppo. E non altrettanta sostanza.
IBRAHIMOVIC 7,5. Quest’anno tira anche le punizioni. E, di sinistro, impegna Toldo. È il perno dell’attacco bianconero: fa movimento, tira appena può. Forza della natura, un po’ innamorato di se stesso. A suo agio anche nella versione di uomo-assist. Il suo inizio ripresa è show allo stato puro.
TREZEGUET 5,5. Gli annullano un gol valido sul finire del primo tempo, ma è l’unico momento in cui entra in cronaca. Dal 13’ pts ZALAYETA sv.
ALL.: CAPELLO 6,5. Ha scelto la Juve di corazzieri: allo spettacolo, ci pensa Ibra.