«Ice princess», delusione Disney

Viviana Persiani

Si moltiplicano i segnali di allarme, le spie rosse, per la crisi che ha colpito il grande schermo. I motivi sono tanti, anche se le cause principali sono tre: il costo eccessivo del biglietto, la concorrenza spietata dei dvd, la scarsa qualità dell’offerta. E’ chiaro che, vista la politica dei prezzi attuati, la gente preferisca aspettare l’uscita in dvd del film, in modo da ottimizzare, con una sola prenotazione, la visione multipla. Certo, vedere una pellicola sul grande schermo, con un buon impianto di diffusione, è una goduria: ma siamo certi che il gioco valga la candela? Che l’offerta, cioè, valga il costo del biglietto? Qui, fra remake, horror giovanilistici e pellicole demenziali, lo spazio per film di qualità e sempre più ridotto. Prendete l’ultimo fine settimana: a dare uno sguardo alle nuove uscite c’era di che avvilirsi. Possibile che a parte qualche caso isolato (Batman Begins, Star Wars, e La guerra dei mondi) il piatto pianga in maniera così desolata? E non si dia la colpa ai recensori che parlano male dei film, scoraggiando la gente. Cosa si deve dire, ad esempio, di Ice princess - Un sogno sul ghiaccio, una delle nuove proposte dello scorso venerdì. Uno pensa che il marchio Disney, in qualche modo, possa garantire un minimo di sostanza; invece, dopo una decina di minuti ti ritrovi in un «già visto» francamente fastidioso. La storia è quella della ragazzina, dotata in fisica, che sul punto di ricevere una borsa di studio entra in crisi perchè attratta fatalmente dal pattinaggio artistico. Discussioni con la madre, amiche e nemiche fuori e dentro la pista, allenatrice disposta a tutto, anche a barare. Insomma, una salsa che vi hanno servito già in altre occasioni, cambiandone solo il nome. Qui, a mancare, è soprattutto l’appeal della protagonista, l’attrice Michelle Trachtenberg, che il pubblico giovanile conosce per aver interpretato Dawn in «Buffy». Se proprio dobbiamo salvare qualcosa tra le nuove uscite, allora il consiglio è quello di vedersi Dogtown and Z-Boys, l’interessante documentario che ci parla di skater e surfisti, ma anche di un’epoca che sembra appartenere ad un passato ancora più lontano, di un divertimento, per certi versi, romantico e strumento di riscatto sociale. Godibile.
I film più visti a Genova nell’ultima settimana:
1) Batman Begins; 2) Sin City; 3) Star Wars Ep. III; 4) Alta tensione; 5) Quo vadis, baby; 6) Gioco di donna; 7) Le crociate; 8) Le pagine della nostra vita; 9) La diva Julia; 10) La samaritana.
vivianapersiani@jumpy.it