Ici, Pericu ci aveva già provato

«Noi sacerdoti siamo pronti a marciare con le famiglie e gli operatori su Palazzo Tursi se non verrà ritirata la cartella Ici, ne va della sopravvivenza delle nostre opere». Così parlò don Alberto Lorenzelli, responsabile dei salesiani liguri e toscani. Era il 27 dicembre 2004 e l’Istituto don Bosco di Sampierdarena aveva appena ricevuto una cartella esattoriale del Comune: «Arretrati Ici 1999, 600mila euro da versare» il messaggio. Il tema delle esenzioni fiscali alla Chiesa torna d’attualità oggi, dopo che l’Unione Europea ha chiesto spiegazioni all’Italia sugli sgravi agli enti religiosi in fatto di Ici, una scelta - è la critica - che potrebbe falsare la concorrenza. La giunta Pericu, però, si era mossa prima degli uffici di Bruxelles. Scatenando furiose polemiche. (...)