Un’idea-dono: le eccellenze alimentari del Lazio

QUALITÀ I prodotti, tra i quali i dop e gli igp, vengono confezionati in appositi spazi

Per Natale un’idea buona e non troppo costosa è quella di regalare le eccellenze agricole e agroalimentari del Lazio. Che sono in vendita da ieri e per tutta questa settimana presso la Galleria del Centro Commerciale I Granai di Nerva, grazie all’iniziativa «I Preziosi regali del Lazio». L’iniziativa, legata all’acquisto dei regali di Natale, presenta, all’interno di appositi spazi allestiti per l’occasione, i prodotti tipici regionali in particolari confezioni natalizie in maniera tale da poter diventare un’idea regalo originale e di qualità.
Un viaggio nell’enogastronomia del Lazio con particolare attenzione ai prodotti che hanno ricevuto i riconoscimenti dop e igp e ai 350 prodotti tradizionali censiti nel Lazio oltre che ai vini docg, doc e igt. Il progetto rientra nella politica dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio e dell’Agenzia regionale per l’agricoltura Arsial con lo scopo di valorizzare e incentivare la vendita dei prodotti tipici regionali presso il mercato romano. I Granai di Nerva vogliono contribuire alle attività connesse alla promozione delle produzioni laziali tipiche, tradizionali e di qualità, attraverso azioni di commercializzazione dei prodotti regionali nel circuito della distribuzione organizzata.
«Un modo per promuovere le nostre eccellenze e permettere al consumatore di mangiar bene conoscendo i prodotti della terra - commentato l’assessore regionale all’Agricoltura, Daniela Valentini, ricordando che «iniziative del genere permettono di conciliare le esigenze del produttore con quelle del consumatore, in modo di rappresentare anche un’idea regalo originale e di qualità». «Con l’iniziativa “I preziosi regali delle terre del Lazio” – dichiara il commissario straordinario di Arsial, Fabio Massimo Pallottini – vogliamo incentivare il rapporto tra la città di Roma e le identità rurali della nostra regione, tra i consumatori romani e i prodotti laziali di qualità».