Idee confuse sull’Est europeo

«Vorrei proprio capire che cosa sia l’accento slavo: è come se dicessi, quando sento parlare un italiano o uno spagnolo, che hanno un accento latino. Quanta confusione regna sui Paesi dell’Est!». Anna Podolska, corrispondente free-lance della Radio Statale Slovacca, sospira: i milanesi non hanno le idee troppo chiare sulle nazioni al di là del Danubio. Lei, che a Milano si occupa soprattutto di musica classica e che è grande estimatrice della Scala, pensa che integrarsi non sia stato particolarmente difficile. «La cultura slovacca è mitteleuropea in tutto e per tutto - dice -. Diverso è invece il discorso per chi viene da molto lontano e che si deve misurare con culture decisamente diverse dalla propria: ma direi che a Milano, grazie soprattutto all’aiuto delle parrocchie, la solidarietà non manca».