IDEE IRRINUNCIABILI PER UN CATTOLICO

Nessun Cristiano Cattolico candidato al Parlamento italiano o che intende andare a votare alle prossime elezioni politiche può mettere in dubbio la forza e l’urgenza dell’assioma: «Vita, Persona, Famiglia, sono idee irrinunciabili». È la voce della Chiesa! È quindi alla luce di questi principi, cristianamente e umanamente inconfutabili, che deve orientarsi il cattolico che vuole scegliere lo schieramento politico cui dare il voto.
Due sono gli schieramenti in campo e la scelta non potrà farsi che tra il Centro Sinistra o il Centro Destra. Vediamo ora la composizione dei due schieramenti. In Liguria sono nove partiti che formano l’Unione del Centro Sinistra. Due di questi Partiti Margherita e Udeur sono decisi a difendere, a spada tratta, le idee irrinunciabili di cui sopra; altri partiti della stessa compagine le contestano, (tutte o in parte) mettendo in gioco Concordato, scuola cattolica, otto per mille, nozze gay, eugenetica, eutanasia, pacs, droga, e altro ancora.
Lo schieramento di Centro Destra è formato dai quattro partiti: FI, An, Udc, Lega e altri tre alleati minori. Nel programma di questo schieramento è chiaramente annunciata la difesa delle idee irrinunciabili Vita, Persona, Famiglia. Detto questo, è chiaro che la scelta di votare Centro Destra è in sintonia con l’Assioma, di cui si preoccupa la Chiesa.
Ma, d’altro canto, a fil di logica, appare accettabile la scelta di quei Cattolici che decidono di votare Margherita, Udeur perché anche questi partiti sono difensori, a spada tratta, delle idee irrinunciabili di cui si preoccupa la Chiesa Cattolica. Tutto chiaro. Però c’è un fatto determinante che è necessario valutare prima delle elezioni. Dalle urne uscirà un governo solo, e se sarà di Centro Sinistra resta composto di tanti partiti i quali, circa le idee irrinunciabili: Vita, Persona Famiglia, hanno orientamenti decisamente contrapposti e contradditori! E allora? O cadrà il governo (improbabile!) o cadranno le idee irrinunciabili. Questo il dilemma che deve far riflettere i Cattolici prima di andare a votare.
Nota: so bene che ci sono Cristiani e confratelli che storcono il naso perché alcuni protagonisti del Centro Destra non sono in linea (di fatto) con l’idea irrinunciabile della Famiglia. Dirò allora ciò che tutti sanno; non tocca a noi giudicare delle coscienze altrui! «Qui Judicat Dominus Est». Per conto mio vale quello che è scritto nel Vangelo, San Matteo (23-1-3) Gesù dice: «Sulla cattedra di Mosè siedono gli Scribi e i Farisei: Fate quello che vi dicono, non fate quello che loro fanno». Questo per me basta! Penso che dovrebbe bastare per tutti.
*Parroco di Castello (Sp)