Idee molecolari

La cucina, prima di qualsiasi moda, è buona o cattiva, eccelsa o mediocre. Lo sa bene chi mi ha spedito Il gelato estemporaneo, libro appena edito da Sperling & Kupfer: il fisico Davide Cassi, uno dei due autori. «So che all’atto pratico l’impatto con questi piatti non l’ha soddisfatta. Spero che la teoria riesca ad allettarla maggiormente». La pratica era firmata Ettore Bocchia, cuoco e co-autore, ed è stata una delusione perché tutto il suo lavoro parte dall’assiona “sono bravo perché cucino molecolare”, come quelle donne che credono di essere belle solo perché hanno i soldi per vestire all’ultima moda. Però è indubbio che Bocchia si batta per la causa e Cassi sia un formidabile teorico di nuove frontiere in cucina, promotore il 3 e 4 dicembre a Salsomaggiore (Parma) del Primo mondiale per gelato all’azoto. È aperto a tutti, per informazioni scienzegastronomiche@unipr.it.