Idee sfiziose fra tavola, arte e benessere

No al turismo per caso, quello usa e getta, quello che scarica orde di gente nelle piazze, nelle vie e nei musei. La Regione Veneto -per bocca dell'assessore nonché Vicepresidente Franco Manzato- ha dettato gli obiettivi per lo sviluppo turistico dei prossimi anni, e tra questi c'è il potenziamento dell'offerta culturale, artistica ed enogastronomica. Che non deve prescindere dalla difesa della qualità e dell'accoglienza, dalla tutela del patrimonio e dal controllo dei flussi turistici. Il primato del Veneto, che ha raggiunto i 61 milioni e mezzo di presenze e ha chiuso il 2007 con una crescita dei pernottamenti vicina al 4%, deve rafforzarsi nel rispetto della compatibilità ambientale e sociale.
Proprio per questo - a fianco dei consueti pacchetti proposti dalle singole strutture ricettive e quelli classici delle città d'arte - il Veneto lancia proposte «sfiziose» dei Consorzi di promozione turistica, che mettono online le novità. Il Consorzio «Lago di Garda è» propone, ad esempio, 7 percorsi bike, tra cui quello «dell'uva», 20 km di strada panoramica che si dipana nel dolce paesaggio morenico del primo entroterra gardesano, dove le pendici scoscese del Monte Baldo lasciano il posto al territorio coltivato. Oppure un viaggio nella terra del Bardolino, contraddistinta dai numerosi punti vendita di prodotti locali, da osterie, trattorie e locande dove riscoprire una cucina povera ma genuina (www.lagodigarda-e.it; tel. 0457255279). Il Consorzio «Vicenza è» lancia le manifestazioni legate all'anniversario dei 500 anni dalla nascita di Andrea Palladio (www.palladio2008.it), degustazioni di grappe nelle distillerie più famose (Poli, Schiavo, Nardini), vini nelle cantine (Maculan, Cavazza, Dal Maso), formaggi nelle malghe e caseifici (www.vicenzae.org; tel. 0444.994770). Non mancano gli appuntamenti riferiti alle tradizionali sagre paesane, come quella della "Polenta e musso" (18-20 luglio 2008, Zugliano di Grumolo), oppure la "Festa della soppressa" (18-21 luglio 2008, Villabalzana di Arcugnano). Il Consorzio Dolomiti propone l'itinerario della Grande Guerra con partenza dal Monte Grappa e salita alla cima percorrendo le trincee e passando dal museo di Pederobba (2 pernottamenti 250 euro per persona in camera doppia www.belledolomiti.it). Non solo spiaggia per il Consorzio Veneto Orientale, che promuove le terme di Bibione, famose per l'acqua minerale indicata per le cure inalatorie e la riabilitazione vascolare. Qui nel 2005 ha aperto un nuovo centro di idrochinesi, fiore all'occhiello dell'offerta termale veneta (www.bibione.com; tel 0431437175). Tra i numerosi pacchetti proposti, il programma longweekend «Golosamente relax»: 3 trattamenti (cioccolato, frutti di bosco e riso) e 4 ingressi al parco termale (piscine, saune, bagno turco, ecc.) al costo di 205 euro a persona (www.bibioneterme.com).