Identicar, «pin» sui cristalli contro i furti

Piero Evangelisti

«Da oltre 12 anni il prezzo non è cambiato, 180 euro per rendere “unica e inconfondibile” la propria automobile». Lo dice Roberto Muriana con giustificatissimo orgoglio a ventotto anni di distanza da quando ebbe l’idea di creare Identicar. «Il processo di applicazione del codice personale sui cristalli della vettura non è mutato, perché il prodotto è intelligente nella sua semplicità - continua Muriana - e sono oltre 50 milioni le vetture in 17 Paesi circolanti con la nostra sigla». Il deterrente è sempre fortissimo, sia per l’altissimo costo che i ladri dovrebbero sostenere nella sostituzione dei cristalli, sia per la difficoltà di stoccare tanti pezzi di ricambio senza dare nell’occhio.
«Con la nostra banca dati di Bologna siamo in grado di fornire alle forze dell’ordine un’assistenza immediata, anche per individuare vetture con documenti alterati o contraffatti. Basta entrare nel sito Internet della Polizia per scoprire che Identicar è caldamente raccomandato. Il controllo satellitare non è altrettanto affidabile, e le compagnie di assicurazioni offrono ai clienti Identicar sconti significativi sulle polizze, del 10% e oltre», sottolinea Muriana. È da questa considerazione che è nata I.CAR, società capogruppo, che dal 1984 propone polizze kasko, furto e incendio abbinate, ma non necessariamente, alla marchiatura Identicar. Formidabile l’idea di vendere queste polizze attraverso le reti dei concessionari, continuamente aggiornati sui vantaggi del prodotto, che su questo fronte hanno scoperto un ulteriore strumento di vendita. Prima casa a crederci, in Italia, è stata Citroën, che dal 1996 fornisce tutte le sue auto con uno speciale pacchetto chiamato “Azzurro”. Altre se ne sono poi aggiunte, da Alfa Romeo a Ferrari, da Toyota a Mitsubishi, fra le tante. «Oggi viaggiamo a circa 600mila polizze l’anno e 110mila antifurto Identicar. La forza delle nostre polizze è la completezza della garanzia (non ci sono codicilli ed eccezioni che ritardano e limitano artificiosamente i rimborsi), la rapidità del nostro intervento e la straordinaria competitività», aggiunge Muriana. Con Sava è poi stato messo a punto un pacchetto speciale, «Tasso Zero», equivalente di «zero pensieri», che consente di pagare l’assicurazione a piccole rate mensili, senza interessi, con finanziamenti fino a 72 mesi.