Ied, il design scende in campo per il sociale

L'Istituto Europeo del Design con la Grameen Creative Lab, la società del Nobel per la Pace Muhammad Yunus e a Hans Reitz lanciano il progetto «Design for social business» che mira a diffondere la cultura del microcredito nel mondo

Il design si sposa con il social business: l'Istituto Europeo del Design ha firmato ieri una partnership con Grameen Creative Lab, società che fa capo al Premio Nobel per la Pace Muhammad Yunus e a Hans Reitz. Nasce così il progetto «Ied for Social Business» che prevede una cattedra in Design for Social business, una Conferenza biennale sull'argomento e quello che i promotori assicurano essere il primo master al mondo in Design per il Social business. A firmare l'accordo ieri sera il professor Yunus, Reitz, l'ad dello Ied Carlo Forcolini e il sindaco. Alla prima edizione del corso parteciperanno i migliori sette studenti dello Ied, scelti tra i novemila che frequentano le diverse sedi dell'istituto, che cercheranno soluzioni pratiche a problemi sociali in paesi come l'Albania, la Colombia, Haiti e il Bangladesh dove si recheranno per lavorare «sul campo».
«Con questo progetto lo Ied si assume un ruolo attivo nel promuovere il pensiero, la causa e i progetti del professor Yunus - hanno spiegato dallo Ied - e si propone come tramite tra il mondo del design più avanzato e quello del Social business».
Di un accordo che rappresenta un «successo della città» ha parlato il sindaco di Milano secondo cui il progetto «mette insieme un'eccellenza di Milano, il design, con una visione come quella del Nobel Yunus per creare nel mondo imprese sociali. "Design per il sociale" è un progetto innovativo, che mette al centro la persona e che si propone di affrontare sfide globali. La formazione è uno strumento fondamentale in questo percorso. Ecco perché è così importante questo accordo con l'Istituto Europeo di Design di Milano - il commento di Letizia Moratti, che ha chiuso i lavori del primo incontro dell'Advisory Board Internazionale -. Il Comune di Milano è da tempo interessato alle problematiche del Social Business, con particolare riguardo al ruolo che il design italiano può assumere per contribuire allo sviluppo del Social Business nella nostra città e nel mondo, mentrecon la Grameen Bank del professor Yunus lavora in vista per la diffusione del Microcredito nell'ambito di progetti di sviluppo per Expo, offre un ulteriore contributo al raggiungimento degli obiettivi del Millennio».