Da ieri anche a Genova meno riscaldamento

É entrato in vigore il decreto ministeriale sugli impianti di riscaldamento nelle abitazioni. Da ieri le case dei genovesi sono più fredde di circa un grado. La crisi del gas quindi comincia a influire su Genova ma, per fortuna, in queste giornate dal clima mite. Se si pensa che solo una settimana fa eravamo al gelo e le nevicate tormentavano la città, si può immaginare che cosa avrebbe comportato la riduzione del gas. Il ministero delle Attività Produttive aveva comunque già da tempo preavvissato di questo cambiamento necessario e adesso è arrivato il momento del «fatidico» abbassamento di temperatura. Si tratta, alla fine dei conti, di passare dai venti gradi centigradi normalmente assicurati all’interno delle case ai diciannove. Inoltre gli impianti di riscaldamento all’interno delle abitazioni potranno rimanere attivi per un’ora in meno passando dalle 12 ore al giorno a pieno regime alle 11 ore. Questo disagio dovrebbe accompagnare i genovesi fino al 28 febbraio data in cui le temperature all’interno delle case dovrebbero tornare a livelli accettabili.