Ieri il compleanno di Melania I genitori piangono sulla sua tomba

Ieri Melania averbbe compiuto 29 anni. E un mese dopo la sua fine atroce non c’è ancora il nome dell’assassino. La rabbia si sente. Gennaro Rea, il padre della vittima, trovata trafitta a coltellate, come tutti i giorni, insieme alla moglie Vittoria, è andato al cimitero di Somma Vesuviana. I suoi compleanni, Melania, li trascorreva sempre con i suoi genitori, «o veniva lei qui a Somma o andavamo noi da lei. Di sicuro stavamo sempre insieme», racconta papà Gennaro. Se fosse viva «le avrei regalato tutto quello che voleva». Ed invece «sono stato sulla sua tomba. Le ho portato dei fiori, le ho parlato un po’, le ho detto che mi manca e che avrà giustizia». Giustizia è una parola che pesa sempre di più sulla vita della famiglia Rea, «perché non arriva ancora» e «l’attesa è sempre più snervante.