Ieri per il dodicesimo giorno consecutivo superati i limiti delle polveri sottili. Dopo quello dell’Epifania, nuovo blocco il 29 gennaio Il giorno della Befana tutti a piedi Stop a tutte le auto dalle 8 alle 20. Formigoni: «Non siamo all’emergenza ma d

Il blocco alle auto è stato aggiunto «in corsa». La Regione ha deciso ieri che a gennaio saranno due le giornate ecologiche: venerdì 6, giorno dell’epifania, e domenica 29. Una in più rispetto ai piani di inizio inverno. Le polveri da 12 giorni stazionano oltre i limiti. «Ma non siamo all’emergenza», ha spiegato Roberto Formigoni, il presidente della Regione. Che ha annunciato nuove misure strutturali. «Dal 2007 sarà vietato circolare nella regione con auto, camion e motorini pre-Euro» non catalizzati cioè «a meno che non si montino filtri anti-Pm10». I veicoli in questione sono un milione e mezzo. Bloccandoli, si risparmieranno all’atmosfera 2500 tonnellate di Pm10 l’anno, l’equivalente di 100 tir carichi.
Alla domenica a piedi di febbraio ne seguirà un’altra, in marzo. E il divieto di circolazione per 5 ore al giorno per le auto non catalizzate continuerà - a differenza di quanto stabilito a inizio inverno - anche durante le feste. Questi mezzi potranno circolare liberamente sono nei giorni 24, 25 e 26 dicembre. «Non vogliamo che l’Ue cambi i limiti che, per il clima, la Lombardia non potrà mai raggiungere - ha detto Formigoni-. Ci deve aiutare a migliorare l’aria, che oggi però è migliore che in passato».