Ifil, Mediobanca e Mps nel capitale

Giovanni Agnelli & C. tramite Ifil al 2,4% e Capitalia (1%) ma anche Mediobanca (0,8%), Mps e Reale Mutua (0,7% a testa). Questi gli ulteriori dettagli sull’azionariato di Intesa Sanpaolo che emergono nel prospetto informativo: le assemblee per la fusione sono in agenda il primo dicembre. Nel libro soci ci saranno anche Crédit Agricole al 9,1% (ma Parigi dovrebbe scendere sotto il 5%), Compagnia di Sanpaolo (7%), Generali (4,9%), Fondazione Cariplo (4,7%), gli spagnoli del Santander (4,2%), Fondazione Cariparo (3,5%), Fondazione Carisbo (2,7%), il Gruppo Lombardo (2,5% con Banca Lombarda, Ior e Carlo Tassara), Fondazione Cariparma (2,2%) e Caisse Nationale des Caisses d’Epargne 0,7 per cento.