IGNORATO LUIGI FERRARO

Tutto giusto quanto da voi pubblicato il 17 luglio scorso e detto da Gianni Plinio, salvo che la medaglia d’oro al valor militare professor Luigi Ferraro, come vivissimo desiderio aveva quello di essere sepolto a Genova, nel cimitero di Staglieno e precisamente nella zona riservata alla Marina e distinta con una grande ancora. Da decenni sono amico del dottor Plinio con cui fummo colleghi di Università, ma ancora più amico del famoso eroe del quale sono stato segretaria per l’attività pionieristica sportiva sub, ho avuto fino all’ultimo confidenze che altri non hanno avuto ed è doveroso che io esterni. Ferrero è stato eroico anche nel trapasso. Uomo di grande intelligenza, molte invenzioni dell’attività sotto la superficie del mare sono sue, ma è sempre stato umile e discreto. Del Pantheon non gli importava ma di Staglieno sì, assieme ad altri marinai. Sì, Genova è stata ingrata e continua ad esserlo. Non commento sul colore politico, qui si onora uno come Giuliani.