Ilary con abiti luminosi e Victoria sbarazzina

La Blasi spera di vedere Totti in platea. La Cabello si rilassa con i fiori di Bach

da Sanremo

Ilary Blasi con abiti luminosi e dai colori brillanti firmati Valentino, l'ex Iena e ragazza terribile di Mtv Victoria Cabello, vestita Miu Miu, perfetta disturbatrice pronta a indossare anche abiti lunghi da sirenetta. Le due donne del Festival che saranno accanto a Panariello a Sanremo, al via domani, si preparano così alla loro sfida più grande.
«Il treno di Sanremo passa una sola volta nella vita e io l'ho preso. Mi ci sono proprio buttata» dice la Blasi che avrebbe voluto nella prima serata veder arrivare nella città dei fiori oltre al piccolo figlio Cristian, la mamma e la sorella anche il marito Francesco Totti, infortunato domenica scorsa. Ma non è tutto perduto perché il campione promette di apparire al Festival, ma solo in platea, martedì. Tesa ed emozionata la Cabello è andata avanti in questi giorni a fiori di Bach ed è dispiaciutissima che non ci sia la scalinata nella scenografia che punta su migliaia di luci come in un musical di Broadway di Dante Ferretti. E da Sanremo registrerà anche uno speciale del suo programma Very Victoria per Mtv. Per Giorgio, Victoria e Ilary ci potrebbe essere anche un ingresso al Teatro Ariston su un carro fiorito con una barca a vela.
«Non vallette e non madrine» come ha detto Panariello sul palco dell'Ariston saliranno anche quattro modelle con abiti dei più grandi stilisti italiani: Claudia Cedro, Vanessa Hassler, Francesca Lancini e Marta Cecchetto, fidanzata del bomber della Fiorentina Luca Toni. Non ci sarà, invece, come ha decine di volte detto in tutte le trasmissioni televisive Annalisa Minetti, la cantante cieca che si è arrabbiata per una frase pronunciata da Panariello. Ha risposto all’invito dei dirigenti Rai di esibirsi comunque venerdì con una lettera: «Grazie - ha detto - ma sul palco dell'Ariston dove sarà Giorgio Panariello, non ci salirò: sarò però a Sanremo la settimana successiva con Carlo Conti per Sanremo contro Sanremo».