Illegale intercettare il senatore Guzzanti

La Giunta per le elezioni e le immunità parlamentari del Senato ha giudicato irricevibile la richiesta del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma di utilizzo delle intercettazioni telefoniche del senatore Paolo Guzzanti, alla luce della sentenza numero 390-2007 della Corte costituzionale, non solo non si può intercettare l’utenza di un parlamentare, ma nemmeno colui o coloro che abitualmente parlano con il parlamentare per ragioni istituzionali.