Illegittimo limitare i docenti di sostegno

Il numero dei posti per insegnanti di sostegno non va limitato per legge. Lo dice la Corte Costituzionale che ha dichiarato l’illegittimità di due norme contenute nella legge Finanziaria del 2008, con cui si fissava un tetto al numero di questa categoria di docenti e si escludeva la possibilità di assumere insegnanti di sostegno, in deroga al rapporto docenti ed alunni indicato dalla legge, in presenza, nelle classi, di studenti con disabilità gravi. Era stato il Consiglio di Giustizia amministrativa per la Regione siciliana a sollevare dubbi di incostituzionalità. Nella sentenza n. 80 di cui è relatrice il giudice Maria Rita Saulle, si scrive che la «scelta operata dal legislatore, in particolare quella di sopprimere la riserva che consentiva di assumere insegnanti di sostegno a tempo determinato, non trova alcuna giustificazione nel nostro ordinamento, posto che detta riserva costituisce uno degli strumenti attraverso i quali è reso effettivo il diritto fondamentale all’istruzione del disabile grave».