Illuminazione italiana per Cap Cana

Al gruppo Targetti Poulsen l’incarico di dar luce al più grande insediamento turistico della Repubblica Domenicana e di tutta l’America latina<br />

Sarà il gruppo Targetti Poulsen a illuminare le strutture di Cap Cana, il più grande progetto turistico e immobiliare attualmente in corso nell’area geografica dei Caraibi e dell’America Latina, situato nella Repubblica Dominicana. L’incarico riguarda la fornitura e l’installazione di apparecchiature di illuminazione per esterni (strade, appartamenti, complessi residenziali, porto), per un valore di 4 milioni di dollari. Cap Cana è un progetto concepito alcuni anni fa e tuttora in fase di realizzazione su una superficie totale di 120 milioni di metri quadri, 25 milioni dei quali già sviluppati, e lungo 8 chilometri di costa nell’area orientale della Repubblica Dominicana, nella zona di Punta Cana. Si tratta di un programma di vaste dimensioni, con un investimento complessivo stimato di 1,5 miliardi di dollari, che prevede la realizzazione di complessi residenziali, strutture alberghiere (tra cui sette hotel di categoria lusso), riserve naturali, strutture ricreative e sportive (tra cui cinque campi da golf, tre dei quali progettati da Jack Nicklaus), oltre al più grande porto turistico dei Caraibi. Cap Cana ha inoltre siglato una partnership con Donald Trump per lo sviluppo del Trump Estate and Towers, un complesso di ville e residenza di lusso all’interno del perimetro di Cap Cana. Il gruppo Targetti Poulsen è uno dei leader a livello internazionale nel settore dell’illuminazione architettonica di esterni e interni. Produce e commercializza apparecchi e sistemi di illuminazione caratterizzati da un elevato contenuto tecnologico e di design, combinazione ideale tra l’esperienza e la spinta all’innovazione della toscana Targetti e della danese Louis Poulsen, che trovano applicazione in tutto il mondo in contesti architettonici, quali chiese ed edifici storici, strade e piazze, negozi e showroom, uffici e sale conferenze, hotel, ristoranti, fiere, musei. Il gruppo, che ha sede a Firenze, ha generato nel 2007 ricavi per 241,5 milioni di euro, con una quota di oltre il 60% realizzata all’estero.