Ilva, l’accordo con cinque licenziati fa arrabbiare sindacati e istituzioni

Sono stati assunti ieri dall’Ilva, con contratto a tempo indeterminato, 5 dei 7 apprendisti genovesi che hanno accettato la proposta contrattuale offerta dall’azienda. Cominceranno a lavorare la prossima settimana nello stabilimento Ilva di Novi Ligure. Ma la soluzione non piace ai sindacati che si sentono scavalcati dall’accordo diretto con i lavoratori e parlano di «provocazione dell’azienda. La proprietà ha convocato - sottolinea una nota delle Rsu - i 7 lavoratori non confermati dicendo che sarebbero stati assunti a Novi dando loro un bonus di 5500 euro». E solo cinque hanno accettato. Da qui, il preannuncio di altre «iniziative forti contro la decisione dell’Ilva». Protesta anche il presidente della Regione Claudio Burlando che ribadisce: «L’azienda sbaglia a saltare istituzioni e sindacati».