Imbarazzo di Blair Ora spunta un presunto flirt con l’ereditiera

Non solo gli incontri segreti con il colonnello Muammar Gheddafi dopo l’addio a Downing Street, adesso, tra le amicizie pericolose di Tony Blair, spunta anche una ricca e sexy neo-divorziata israeliana. Il Mail on Sunday punta i riflettori sui rapporti tra l’ex premier laburista e Ofra Strauss, 51 anni, capo di un colosso alimentare da 1,3 miliardi di sterline. Blair si reca spesso nello stato ebraico per il suo lavoro con il Quartetto e spesso è stato visto in compagnia della bella Ofra, il cui portavoce ha smentito le voci circolate sui media israeliani di un rapporto non unicamente di affari: qualche mese fa il quotidiano Maariv era arrivato al punto da scrivere una lettera aperta a Cherie Blair implorandola di vederci chiaro. Il politico e l’ereditiera sarebbero stati visti in assidua compagnia, l’ultima volta in un ristorante di Tel Aviv, a lume di candela, l’imponente scorta fuori a controllare eventuali paparazzi. Il pettegolezzo s’arricchisce anche della «furia» di Cherie, la moglie di Blair, che assieme a Tony ha fatto un percorso di conversione al cattolicesimo. Il gossip finirebbe qui, se ad alimentarlo non avesse provveduto un comunicato dei portavoce di Ofra che si sono sentiti in dovere di liquidare come «ridicola» tutta la faccenda: «Tra loro non c’è mai stato nulla – dice Rani Rahav -. Ofra ha contatti col signore e la signora Blair per questioni umanitarie».