Imbrattata la sede del Pd: secondo attacco in pochi giorni

Un raid in piena regola. Non il primo. È stata un’amara apertura, quella di ieri mattina, per il circolo «02Pd, a Milano piace democratico». Nel corso della notte, infatti, alcuni ignoti teppisti hanno lanciato delle «bombe di vernice» contro la vetrina di via Eustachi al civico 48, mandandola in frantumi e imbrattando sia i vetri che l’interno della sede. A riferirlo, ieri, è stato sono stati gli stessi esponenti del Partito democratico milanese.
«I danni provocati sono ingenti e la metodologia utilizzata è quella del teppismo politico che si è servito come strumento di contenitori rigidi con all’interno vernice liquida», sottolineano i Democratici. «Un’altra sede del Partito Democratico a Milano è stata attaccata pochi giorni fa a Quarto Oggiaro - dichiara Lia Quartapelle, segretario del circolo 02Pd -, chi pensa di intimidirci per bloccare l’attività politica e sociale che quotidianamente svolgiamo da anni con passione grazie al lavoro di tanti volontari, sappia che domani la vetrina sarà sostituita e il circolo sarà aperto come da abitudine e, come ogni sabato, i cittadini potranno incontrare i consiglieri della loro zona e i responsabili delle attività di servizio per il quartiere».
Appena scoperto l’accaduto, il coordinamento del circolo dei democratici ha immediatamente provveduto ad avvisare l’autorità di pubblica sicurezza, che ha subito svolto i sopralluoghi nella sede del partito di via Eustachi. Dal sindaco Giuliano Pisapia la «condanna gli atti, non si fermerà l’impegno di chi opera per lo sviluppo della democrazia».