Imbrattato dai graffiti un palazzo su due Troppe soste in divieto

È imbrattato da graffiti il 50 per cento degli edifici della città. È questo uno degli esiti del primo Osservatorio della qualità urbana, promosso dal Comune e realizzato dall’associazione MeglioMilano. Secondo la ricerca, condotta in 22 isole ambientali cittadine con la verifica delle condizioni di strade, marciapiedi, aree verdi ed edifici, la presenza di graffiti «rende gli edifici in condizione “pessima e mediocre” in un caso su due». Su 2.500 stabili controllati, il 50 per cento è stato trovato imbrattato da graffiti. Non è l’unica curiosità del rapporto. MeglioMilano ha conteggiato anche la sosta delle auto, o meglio le infrazioni commesse da chi cerca posteggio per la sua vettura. Le «zone» proibite scelte con più frequenza dai milanesi sono il marciapiede (55 per cento), la pista ciclabile (43) e le strisce pedonali (35 per cento). Seguono le fermate dei mezzi pubblici dell’Atm, le aree di scarico merci, il passo carraio e i posteggi per i disabili. «Chiude» la lista la sosta in doppia fila.