Gli imbucati? I repubblicani ora fanno il processo Obama

Gli agenti del Secret Service che hanno ammesso una coppia di «imbucati» alla Casa Bianca alla cena di stato per il premier indiano Singh sono stati messi in aspettativa e rischiano il posto. Lo ha detto Mike Sullivan, il capo dell’agenzia che assicura la sicurezza alla Casa Bianca e ai dignitari dello stato. Sullivan ha parlato di «errore umano». Quanto alle conseguenze, ha detto il capo del Secret Service, saranno valutate «una volta completata l’inchiesta interna». Convocati a testimoniare al Congresso gli «imbucati» della Casa Bianca Tariq e Michaele Salahi hanno con fermezza declinato l’offerta e così ha fatto, per ordini dall’alto, anche la «segretaria sociale» di 1600 Pennsylvania Avenue, Desiree Rogers, una amica del cuore del presidente Barack Obama e di sua moglie Michelle. «Se non vengono di loro volontà, li convochiamo a forza, ha detto Bennie Thomson, il presidente della Commissione Sicurezza Interna della Camera che ha aperto audizioni sull’incidente alla cena di stato in onore del premier indiano Manmonahn Singh. E davanti a questi rifiuti scoppia la polemica, tanto che l’incidente è già stato soprannominato il Dinner-gate, o Crusher-gate (da chrusher che significa imbucato).