Immagini rubate, il caso in tribunale

Il giorno dopo la tragedia è polemica. Due sere fa, subito dopo la morte in diretta avvenuta durante la trasmissione di Primocanale dell’ex tecnico del Genoa Franco Scoglio, il Tg5 della notte e la trasmissione televisiva «Matrix» hanno mandato in onda le immagini del momento del decesso. Scoglio che china per tre volte il capo all’indietro, il conduttore Giovanni Porcella che cerca di sorreggerlo. La trasmissione che viene immediatamente sospesa.
Ieri la dura presa di posizione del Garante della Privacy in riferimento «al rispetto della dignità della persona nel riferire della tragica morte di Franco Scoglio. I mezzi di informazione si astengano dal pubblicare foto o mandare in onda filmati che ripropongano l'evento avvenuto in diretta nel corso di una trasmissione televisiva. Anche quando si tratta di notizie di rilevante interesse pubblico, infatti è necessario adottare le dovute cautele per evitare di ledere il diritto alla riservatezza, specie in caso di eventi luttuosi».
Altrettanto dura e giustificata la reazione di Primocanale che non ha mai divulgato le immagini televisive. Immagini che sono state registrate in vhs da un’altra emittente televisiva privata e poi trasmesse a Sky e «prestate» a Mediaset.
Le immagini trasmesse infatti riportano il marchio di «Primocanale», prova lampante che non derivano dal circuito interno della televisione di Maurizio Rossi: «Il filmato con le immagini della morte in diretta di Franco Scoglio noi non l'abbiamo ceduto a nessuno. Mentana per “Matrix“ non l'ha avuto da noi», ha ribadito Mario Paternostro, il direttore della tv locale.
«Il video ci è stato richiesto da tutte le emittenti, anche a La7 ma lo ripeto anche oggi: noi con la morte lo spettacolo non lo facciamo. E chi lo ha fatto - ha aggiunto Paternostro - secondo noi ha offerto uno show grave e squallido». Paternostro precisa inoltre che «anche i giornali ci hanno chiesto le immagini, ma noi non abbiamo ceduto alcun frame sulla morte di Scoglio». Per questo Primocanale ha già annunciato una denuncia contro ignoti per furto di immagini. Immediata la replica del conduttore di Matrix Enrico Mentana: «Quel filmato non l'abbiamo certo rubato. È stato ottenuto dai nostri servizi sportivi, credo forse da Sky, ma non mi sembra una polemica interessante. Ieri invece è stata fatta una scelta responsabile, che rivendico. Se ne può discutere perchè non pretendo di avere la verità in tasca, purchè il dibattito sia leale. Per questo invoco meno ipocrisia possibile. Quelli che oggi mi vengono a fare la morale sono gli stessi che hanno chiesto a Primocanale le immagini della morte di Scoglio, visto che lo stesso direttore Paternostro riferisce che tutti, emittenti e stampa, glielo hanno chiesto».
Documentare l'ultimo scambio polemico, l'ultimo dibattito di Scoglio «è stata la nostra scelta. Restiamo al fatto: è morto in tv un uomo della tv. Tra l'altro il filmato non era cruento, fosse stata una scena raggelante o terribile non l'avremmo fatta vedere».